curiosità

Cremazione: come viene svolta?

Chiunque può decidere, prima che arrivi la sua morte, di ridurre a cenere la propria salma: questo procedimento si chiama cremazione. Si tratta di una pratica igienica ed ecologica, che permette di ridurre considerevolmente gli spazi cimiteriali e le spiacevoli incombenze delle esumazioni dei resti mortali. Ogni cremazione avviene singolarmente introducendo nell’impianto il feretro di legno integro e sigillato come consegnato al Tempio Crematorio. Il processo di cremazione è automatizzato e monitorato dal programma di gestione degli impianti. Tale desiderio può essere espresso dall’individuo ancora in vita tramite un testamento olografo o l’iscrizione ad una società di cremazione. In caso non vi sia traccia scritta di tali richieste saranno i congiunti del defunto a scegliere la modalità di gestione della salma.

Il processo della cremazione viene svolto in strutture pubbliche o private autorizzate le quali dispongono di particolari forni crematori, realizzati e strutturati a norma di legge, la quale in ogni caso, salvaguarda la dignità ed il rispetto del caro estinto e dei suoi famigliari. La legge 130 del 2001 impone che le ceneri derivanti dalla cremazione vengano raccolte in un’urna cineraria di materiale biodegradabile.  La salma viene bruciata con tutta la bara che deve essere di materiale diverso da quella usata per la tumulazione, quindi senza rivestimento metallico e fatta di materiali biodegradabili e combustibili.

Dispositivi meccanici, pacemaker, in particolare, vengono rimossi in precedenza perché potrebbero esplodere a causa del calore intenso e danneggiare l’attrezzatura di cremazione. Spesso i resti contengono anche oggetti preziosi non consumati dal calore oppure viti, chiodi, cerniere o altre parti della bara.  Le ceneri raccolte possono essere trasportate senza le misure igienico precauzionali previste per il trasporto di salma e possono essere inulate, tumulate, conservate in un luogo privato oppure disperse. Condizione necessaria affinché possa avvenire la dispersione delle ceneri è l’espressa volontà del defunto, manifestata formalmente da questi, trasmessa ai suoi cari e opportunamente documentata. 

Per maggiori info visita il sito de il Centro del Funerale